Blog

La nuova generazione dei sistemi

per tetto piano

Grazie alla superficie normalmente ampia, i tetto piano offrono la base perfetta per il montaggio di impianti fotovoltaici. Con la giusta tecnica di supporto si può ottenere un angolo di irraggiamento ottimale e l’orientamento più vantaggioso dell’intero impianto. Invece di orientare ogni modulo a 30 gradi verso sud, al momento sono molto richiesti anche gli impianti est-ovest. Ciò permette di sfruttare in modo ottimale la superficie di tetto commerciale, poiché non è necessaria distanza tra le file di moduli per evitare l’ombreggiamento.

Un comune criterio di esclusione per il montaggio di un impianto su tetto era finora la portata del tetto dell’edificio. Si trattava spesso dei tetti pensati per impianti solari, ad esempio tetti piani di edifici commerciali: Hanno una superficie ampia e spesso non sono coperti da alberi o edifici vicini.

Per i tetti piani con una bassa portata, da anni K2 Systems sviluppa costantemente soluzioni nuove: ora ha lanciato sul mercato la nuova generazione.

La quinta generazione per tetti piani: S-Dome V e D-Dome V

L’S-Dome V a un lato e il D-Dome V a due lati coniugano vantaggi quali stabilità e semplicità di montaggio offrendo, con le loro nuove caratteristiche, risposte alle crescenti esigenze del mercato. Questo sistema racchiude il know-how accumulato negli ultimi anni con svariate ottimizzazioni e miglioramenti.

Una delle principali nuove caratteristiche è il tappetino di posa flessibile, il cosiddetto “Mat V”. Rispetto alle comuni stuoie protettive per fabbricati, il nuovo tappetino dispone di un migliore coefficiente di attrito ed evita le interazioni chimiche con il manto del tetto. Queste proprietà sono date dal materiale EPDM e dalla geometria, e rendono superfluo una seconda stuoia protettiva per fabbricati con rivestimento in alluminio. Inoltre, la struttura del sistema compensa le tolleranze sul tetto. I materiali dei due sistemi per tetto piano, per di più, sono estremamente ottimizzati, particolare vantaggioso alla luce del crescente prezzo dell’alluminio.

D-Dome V & S-Dome V

  • D-Dome & K7-Dome V con geometria modificata per compensare meglio le tolleranze
  • Guide di montaggio corte con fissaggio integrato della zavorra
  • Tappetino di posa flessibile in EPDM:
    • Tolleranze compensate
    • Il migliore coefficiente di attrito riduce lo zavorramento
  • Grazie al basso volume di trasporto, riduce i costi logistici
  • Aerodinamica ottimizzata mediante test in galleria del vento

 

Mat V + Rail

  • Il tappetino di posa flessibile in EPDM Mat V compensa le tolleranze proteggendo la copertura del tetto.
  • Il profilo di montaggio viene collegato semplicemente collocandolo sopra il Mat V e ha un fissaggio integrato della zavorra.

Dome V SD e peak con base

  • Geometria modificata per compensare le tolleranze e materiali ottimizzati
  • Solo una connessione con bulloni
  • Basso volume e peso

Morsetto universale: MiniClamp MC/EC

  • Ampiezza morsetto 30 - 50 mm
  • Compatibile con S-Rock e MiniRail System

Ambito di impiego

  • Tetti piani con copertura in lamine o bitume e rivestimento in cemento o ghiaia
  • Tipo di fissaggio/collegamento al tetto
  • Stabilizzazione con eventuale zavorramento, senza penetrazione del tetto

Requisiti

  • Misure consentite per i moduli (L×L×A): 1386-2080 × 990-1002 × 30-50mm
  • Dimensioni minime sistema: 2 strutture di sostegno (4 moduli)
  • Particolarità tecniche
  • Taglio termico dopo max. 15,5m
  • Distanza minima dal bordo del tetto 600mm
  • Angolo di inclinazione 10°

Materiali

  • Guide di montaggio, peak, base, SD e MiniClamps: alluminio EN AW-6063 T66
  • Tappetino protettivo Mat V: EPDM
  • Piccoli componenti: acciaio inossidabile (1.4301) A2-70